20 marzo 2017

Nutrizione e polifenoli.

Benvenuto, nel mio blog.

Polifenoli e  nutrizione.


In questo periodo di tempo, anzi direi da qualche anno, l'alimentazione è divenuta nel bene e nel male   il centro di interesse per il benessere fisico di una persona.
Possiamo dire che lo è sempre stata solo che ora vengono messi in risalto certi aspetti e denominazioni del cibo.
Ora si usano termini che un tempo erano usati e citati solo da addetti ai lavori, come la parola  usata per descrivere alcuni micronutrienti contenuti nel cibo.
I polifenoli  sono delle sostanze naturali e sono state riconosciute per il loro apporto di beneficio e salute delle persone.
I polifenoli sono caratterizzati dalla presenza di molteplici gruppi fenolici associati più o meno complessi.

Si dividono in tre categorie:
Fenoli semplici, flavonoidi, e tannini.

I fenoli semplici si trovano in molti cibi vegetali e bevande come il caffè.

I Tannini si dividono in condensati e idrolizzati, il loro contenuto si trova in maggioranza nella ,quercia,castagno,abete,e acacia.

I flavonoidi invece rappresentano la stragrande maggioranza dei polifenoli.

Sei uno che mangia o si alimenta in abbondanza con frutta  e verdura fresca e di stagione allora sarai sempre ben fornito.


Ecco una serie di alimenti ricchi di  polifenoli.



I 25 alimenti più ricchi di polifenoli:
  • sambuco nero; prugnolo; ribes nero; mirtillo 
  • carciofo caffè, filtrato;.mirtillo ; ciliegia; fragola; mora:
  • prugna;lampone rosso;semi di lino;
  • cioccolato fondente puro; castagna; tè nero; tè verde; succo di mela puro; mela; pane di segale integrale; nocciole; vino rosso; yogurt di soia; polvere di cacao puro; succo di melograna puro.

Altre fonti alimentari ricche di polifenoli (nella top 50):
  • olive nere; spinaci; noci pecan; fagioli neri; cipolla rossa; broccoli; latte di soia, e ancora troviamo agrumi, cipolla, aglio, cavoli, radicchio, zucca, arachidi, olio extravergine d'oliva e pomodori. 
L'olio extravergine di oliva deve essere spremuto a freddo, il calore e la cottura dei cibi disperdono gran parte di questi nutrienti.

A cosa servono.

Servono a modificare, la risposta" biologica della natura"grazie alla loro capacità di modificare  la reazione dell'organismo, e venire in aiuto ai fattori allergenici, agiscono come potenti antiossidanti, rafforzando le difese immunitarie, agendo di conseguenza contro i radicali liberi.

Alcuni composti fenolici hanno funzione specifiche, come le funzioni antivirali
per esempio (l'esperidina e quercetina)  e antibatteriche, o i tannini del vino rosso hanno azioni  ipocolesterolemizzante (ecco spiegato  la funzione benefica di un buon bicchiere di vino rosso a tavola, questo era il pensiero e lo studio di un tempo, ora sappiamo che le bucce degli acini dell'uva rossa ne è ricca ,e il suo effetto benefico non viene intaccato dall'alcol contenuto nel vino che ne abbatte le proprietà).

Altro  flavonoidi (o bioflavonoidi) che vanta una serie di proprietà benefiche per il nostro organismo.è la quercetina, per accennarvi giusto le più note. ha proprietà antiossidanti, anticancerogena, antivirali, 


Dove si trova?

Polifenoli e  nutrizione.

Il citato flavonoide lo troviamo nelle cipolle, nelle mele, nelle arance, nei mandarini, nelle clementine, nell’uva rossa, nelle amarene, nei mirtilli, nell’ippocastano, nelle olive, nella camomilla, nel ginkgo biloba.
La quercetina  grazie alle sue virtù anti-ossidative e antinfiammatorie, si può assumere per contrastare e aiutare  le seguenti patologie: artrite reumatoide, psoriasi e lupus eritematoso sistemico (malattie croniche autoimmuni),arteriosclerosi e sindrome da insulino-resistenza.

Altri composti fenolici aiutano a regolarizzare o modulano gli ormoni  estrogeni, come gli isoflavoni che si trovano in abbondanza nei prodotti a base di soia , un importante aiuto per le donne di una certa età quando entrano nella fase critica della menopausa .


Tra i fattori antagonisti dei bioflavonoidi, ci sono il fumo, lo stress, l’aspirina, il cortisone, gli antibiotici, il caffè, mentre il loro assorbimento è migliorato dalla vitamina C, dal calcio e dal magnesio.

Alcuni  cenni di storia sulla loro scoperta.

Furono scoperti dallo scienziato ungherese Albert Szent-Gyorgyi, lo scopritore della vitamina C (premio Nobel nel 1937), il quale osservò che i bioflavonoidi hanno un effetto sinergico con la vitamina C. I bioflavonoidi più conosciuti sono la quercetina, la rutina, l’esperidina, la naringina, la baicalina, il pycnogenolo; aumentano la resistenza dei capillari e regolano la loro permeabilità, sono essenziali per la protezione dall’ossidazione della vitamina C, proteggono dalle emorragie e dalle rotture dei capillari,  svolgono attività antivirale e anticancerigena ; l’azione più marcata si ha contro i virus della poliomielite, dell’epatite A e B, dell’influenza e dell’ HIV. I flavonoidi differiscono da frutto a frutto e da foglia a foglia, sia come tipo di flavonoidi sia in quantità e potere antiossidante.



Per concludere si sono scritti libri su libri  di questi fondamentali nutrienti, non vi è alcuna dose dietetica raccomandata per i bioflavonoidi.  la cosa molto semplice da fare e avere un buono stile di vita che non è solo nutrizione.

PS. Alcune informazioni sono tratte da internet.

Ciao un saluto da Enrico e al prossimo post...



P.S  Con questo post non si intende far utilizzare le nozioni contenute in questo articolo per scopi diagnostici o prescrittivi.
questo post è scritto per far conoscere un "nuovo"concetto semplice ed innovativo di benessere.
Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente.

https://www.piuvivi.com/alimentazione/polifenoli-cibi-alimenti-ricchi-contengono-di-piu.html

28 febbraio 2017

Grassi e benessere.

Benvenuto nel mio blog .


Generalmente quando si sente la parola grasso si pensa subito hai danni che questi possono recare al corpo di una persona, di fatto sempre più persone e sempre più in minore età, certo questo tipo di grasso è figlio di una alimentazione ricca di zuccheri, che il corpo si impegna ad accumulare sotto forma di riserve alimentari, in funzione di tempi di carestie rimaste in memoria nel DNA delle persone. 
Queste teorie trovano il tempo che trovano,si ingrassa per un calcolo matematico,si mangia molto e si consuma poco, o ci si alimenta troppo e male.

Che cosa sono i grassi?

I grassi sono chiamati anche lipidi, sono sostanze organiche di origine animale e vegetale, sono praticamente insolubili e rivestono un ruolo importante per l'organismo umano.

Ci sono grassi e grassi.

Per una buona funzionalità del corpo,l'organismo umano necessita di piccole quantità di grassi.

Tutti i grassi quindi non vengono per nuocere, ci sono grassi e grassi, quelli di cui ti parlerò si chiamano grassi acidi essenziali, si chiamano essenziali perchè il corpo umano non li sintetizza devono essere assunti mediante l'alimentazione, non ne può fare a meno, altrimenti con il tempo deperisce creando squilibri e danni al corpo a volte irreversibili.


Ma c'è una differenza tra grassi buoni (omega 3- omega 6) e grassi saturi.
I primi aiutano a mantenere il colesterolo entro certi livelli, il secondo se assunto in eccesso li aumenta.


A cosa servono?

I lipidi o grassi costituiscono una importante riserva energetica per il corpo.
Sono componenti fondamentali per  la membrana delle cellule ed aiutano tutto il sistema cardiocircolatorio, dal cuore, hai reni ed al sistema immunitario per le difese fungono da trasporto per le vitamine e provvedono al fabbisogno di acidi grassi essenziali.

Dove si trovano?

Gli omega 6 si trovano nella frutta a guscio noci, mandorle, semi lino, girasole, sesamo, germe di riso, germe di grano, germe di avena, e nei suoi derivati oli spremuti a freddo.

Nel pesce azzurro, una buona fonte di acidi grassi polinsaturi Omega-3 è data invece dal puro olio di pesce artico, ricco tra l'altro anche di vitamine A e D, e nei pesci di taglia grossa, come tonno e salmone. 

Studi dimostrano che molte diete occidentali sono carenti di acidi grassi omega 3 a catena lunga (EPA e DHA). L'autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) raccomanda agli adulti di consumare 250 mg di omega 3 al giorno.

Per i vegani (quelli che non si alimentano con proteine animali e suoi derivati) gli omega 3 ci sono in abbondanza nei semi di lino e nei suoi oli, la stessa cosa vale anche per il vegetariano.



Benefici derivanti da un equilibrato apporto degli Omega 3:
  • Evitano l'accumulo dei grassi più pericolosi,trigliceridi e colesterolo, sulle pareti arteriose, bloccando l'indurimento dei vasi.
  • Proteggono il sistema cardiovascolare:il sangue, reso più fluido dall'assenza dei grassi cattivi, circola meglio, facendo funzionare bene il cuore e allontanando il rischio di malattie coronariche, ipertensione, arteriosclerosi e trombosi.In Australia hanno scoperto che una spolverata d'aglio (600-900 mg) può aiutare ad abbassare la pressione di 8,4 punti la pressione sistolica (la massima) e di 7,3 punti la diastolica (la minima).
  • Attenuano le reazioni infiammatorie quali, asma ed artrite reumatoide.
  • Favoriscono la vitalità delle cellule del sistema nervoso centrale, con funzioni antidepressive
  • Aumentano le difese immunitarie e rafforzano le difese della pelle
  • Utili nella terapia dell'artrite  e di altri disturbi infiammatori.
  • Coadiuvanti nella cura dell apsoriasi e di altre patologie cutanee.
  • Anti cancerogeni.
  • Agiscono sul microcircolo (utile per cellulite ed edemi).
  • Produzione di ormoni.
  • Facilitazione nella risposta immunitaria e antinfiammatoria in caso di ferite e infezioni.

Ecco un elenco esemplificativo degli omega 3 ed omega 6 contenuti negli alimenti.

ALIMENTIOMEGA 3OMEGA 6
PESCE GRASSO
100 g di salmone, sgombro freschi o in scatola al naturale
100 g di aringa fresca o affumicata

2.2 g-
OLI VEGETALI SPREMUTI MECCANICAMENTE.

10 grammi di olio di semi di mais-5 g
10 grammi di olio di semi di sesamo-4.5 g
10 grammi di olio di semi di soia0.8 g5 g
10 g di olio di semi di girasole-6 g
10 g di olio di semi di lino o 40 grammi di semi di lino5.8 g1.4 g
10 g di olio di germe di grano0.5 g5 g
10 g di olio di oliva-1 g
FRUTTA SECCA.
20 grammi di noci sgusciate (5 noci medie)1.32 g5 g
10 grammi di arachidi, pistacchi o mandorle-1 g
LEGUMI
100 grammi di ceci in scatola-2 g 



A volte però può essere difficile raggiungere questi livelli di assunzione  le cause possono essere molteplici stress, stile di vita vita frenetica . carenze nei cibi troppo elaborati ricchi di grassi ed è utile ricorre ad un integratore ricco di omega 3.

Ciao un saluto da Enrico e al prossimo post...
P.S  Con questo post non si intende far utilizzare le nozioni contenute in questo articolo per scopi diagnostici o prescrittivi.
questo post è scritto per far conoscere un "nuovo"concetto semplice ed innovativo di benessere.
Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente.


Per info vielenrico1@gmail .com.

13 febbraio 2017

Alimentazione e minerali.

Benvenuto nel mio blog.


Oggi caro lettore ti parlerò di alimentazione e minerali, quanto sono importanti i minerali nell'alimentazione per un buon equilibrio del metabolismo nella funzione generale delle cellule.
Di pasti veloci nei fast food si parla  e se ne continua a parlare, non a caso cibi preconfezionati e cibi scadenti, sono la causa di parecchi guai.A volte questi cibi ci vengono presentati come questa bella immagine, ma in realtà il terremo in cui crescono può essere deficitario.
Quello che interessa alla maggioranza delle persone e quello che viene pubblicizzato è simile ha un bel panorama e questi sono cibi veloci ed economici, "alimentazione" nulla a che vedere con la nutrizione, ma il conto che ora non paghi lo pagherai certamente con gli interessi fra qualche anno e sarà un conto molto salato, che può portare a delle conseguenze spiacevoli, quanto meglio investire qualche euro in più acquistando dei cibi ricchi di tutti gli elementi necessari per nutrire la cellula e non solo la pancia?
Di sicuro i cibi per "alimentarci"  devono contenere dei microminerali base come  zinco ferro e rame.

Perchè dunque  sono così importanti i minerali?

Esistono più di un centinaio di minerali di cui 50 sono importanti per le funzioni delle cellule e il mantenimento in buona salute del corpo umano.
Questi elementi presenti nei tessuti, negli organi nel sangue e nei liquidi sono richiesti per varie funzioni enzimatiche metaboliche contribuendo a regolarizzare le attività del corpo nei vari funzioni.
I minerali partecipano alla formazione di ossa e denti alla regolazione dell'equilibrio idrosalino e alla crescita dei tessuti ed organi per il benessere e la salute.

Quali sono?

Per un buon funzionamento del fabbisogno giornaliero sono divisi in tre gruppi principali.

1) Macrominerali. 

Questo gruppo di elementi sono composti  da:
calcio, magnesio, fosforo,sodio,potassio, cloro e zolfo.

2) Microminerali.



Sono:ferro zinco,rame,manganese,iodio,selenio,fluoro, brama,cromo,cobalto,bromo,silicio.

3) Oligoelementi.

Stagno,nichel, arsenico,germanio,vanadio,tungsteno.

Questi sono una parte della razione giornaliera dei minerali essenziali e certamente per acquisirli un corpo deve nutrirsi con una alimentazione variata.

Quali sono alcune cause che possono portare a una carenza di minerali nella alimentazione?

Inanzi tutto quello che molti credono , cioè che il deficit di carenze sia legato di più alle vitamine e non hai minerali, è l'esatto contrario, le persone sono più soggette a carenze minerarie.

Quali sono i soggetti più a rischio?

Non c' una categoria di persone vera e propria , ma sicuramente in quei soggetti, maschio o femmina che si mettono a dieta ipocaloriche, anziani, gestanti, coloro che assumono farmaci diuretici,vegetariani fai da te, persone che vivono in regioni dove il suolo è povero di minerali, in questo caso anche seguendo una nutrizione equilibrata potrebbero essere carenti di alcuni elementi.
Inoltre la loro biodisponibilità può essere influenzata da fattori fisiologici,sesso  eta,abitudini alimentari, stress, stile di vita.

Ecco perchè al giorno d'oggi si deve integrare con degli integratori come i mineralcomples forniti del giusto equilibrio per coprire il fabbisogno giornaliero del nostro corpo e sempre più persone nel mondo se ne stanno servendo.

Come avevo scritto nel blogher qualche tempo fa: o ti prendi cura adesso del tuo corpo  o te la prenderai più avanti con tutte le conseguenze.

Rappel _ tradotto ricordati:
Il tuo corpo è l'unico luogo in cui tu puoi viverci  trattalo bene.


Ciao un saluto da Enrico e al prossimo post...
P.S  Con questo post non si intende far utilizzare le nozioni contenute in questo articolo per scopi diagnostici o prescrittivi.
questo post è scritto per far conoscere un "nuovo"concetto semplice ed innovativo di benessere.
Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente.


Per info vielenrico1@gmail .com.



24 gennaio 2017

Colesterolo perfetto.



Colesterolo tre passi per.


Benvenuto nel mio blog.

Colesterolo tre passi per.

Oggi parleremo di colesterolo, una parola che incute terrore o così si vuol far credere, di questo tema si è scritto a valanghe  a fiumi migliaia e migliaia di  di informazioni sono postate per il benessere della persona e anch'io ho scritto diversi post sul colesterolo buono HDL e sul "cattivo"lo virgoletto perchè "LDL"  non è cattivo come si intende far credere, è l'eccesso dei grassi saturi assunti con il cibo che aumentano la pericolosità.

Ma come si sa il corpo umano è dotato di strumenti eccezionali per rimediare al tutto e c'è un organo speciale  di vitale importanza  che provvede per il benessere a livello di grassi nel sangue. 
Quando si parla di colesterolo si parla di grasso, buono e grasso cattivo, grasso insaturo e grasso saturo.

Quello che molti non sanno è che il nostro corpo lo riproduce, ed alcuni  ancor meno sanno che questo organo vitale è il fegato,è lui il fautore di tutto questo. 
Nella medicina tradizionale Cinese  questo organo viene chiamato il Generale di corpo d'armata è colui che provvede per fare in modo  che tutto funzioni al meglio per il corpo umano, e  come in un grande fabbrica  il corpo deve essere coordinato,qui ci sono miliardi di cellule  in costante attività  produttiva e come in una grande catena di montaggio dove  ognuna  ha  dei compiti ben specifici.
Cosa  ancor  più sorprendente è che la sua attività e la sua  maggior produzione  per il benessere si svolge tra le 2  e le 3 di notte, ben lontano dalle altre funzioni, dallo stress, dal cibo nell'intestino, o attività lavorative. Gli organi ed in questo caso il Generale  deve essere messo nelle condizioni di operare al meglio, quindi LDL, come HDL viene prodotto da questa ghiandola come appunto il falso colesterolo cattivo.

Altri ancora non sanno che LDL, serve per nutrire il cuore della cellula per mantenerla in vita al meglio.
Altro fattore importante che svolge LDL, è la riparazione delle autostrade e delle strade dove circolano i mezzi che portano la vita, le arterie e le sue ramificazioni, se queste arterie sono sottili e fragili  hanno bisogno di riparazioni queste accorrono  per riparare il danno.
Quindi in parole semplici il colesterolo è una sostanza grassa prodotta dal fegato per svolgere al meglio delle funzioni, come la produzione di vitamina D, ormoni e bile per la digestione, tutta via un eccesso di colesterolo nel sangue può ostruire il flusso del sangue, mettendo così la persona a rischio infarto, ictus, arteriosclerosi ed altro.
Il colesterolo LDL  alimenta la cellula che a sua volta  e troppo lo elimina immettendolo nel sangue. HDL quello buono fa il lavoro sporco pulisce e  rimuove gli eccessi,lasciando le arterie pulite, ma a volte questo non ce la fa, quindi sorge una domanda.


Potresti essere a rischio di ipercolesterolemia... oppure no?

Generalmente e vero che le persone anziane e quelli sovrappeso sono quelli più a rischio, ma il problema può riguardare chiunque, questo a prescindere dal peso o dall'età.
Ci possono essere diversi fattori per i quali uno può essere soggetto a ipercolesterolemia, come il fattore ereditario, ma il fattore principale è lo stile di vita  Fumo, alcol vita sedentaria cibi sballati, alimentazione inappropriata,(troppi grassi saturi e acidi grassi trans...tutte queste caratteristiche potrebbero minare anche i giovani senza che se ne accorgano, **perchè il colesterolo alto non produce una chiara sintomatologia. **Quindi se uno a persona a dei sospetti o dei dubbi meglio rivolgersi al proprio medico.

Come ridurre il colesterolo in modo naturale è molto semplice da dirsi, forse meno semplice farlo.


Per primo fai pulizia nella tua dieta.


Colesterolo tre passi per.
Rivedi la tua alimentazione,riduci grassi saturi, e acidi grassi trans.

Fai qualche piccola variazione passando per esempio dal pane bianco, al pane integrale, dalle carni rosse, al pesce, carni bianche, come conigli e pollame,elimina gli snak confezionati come patatine, e derivati.
Inserisci frutta e verdura regolarmente.
La verdura cruda rigenera e guarisce, la frutta pulisce.

Seconda cosa aumenta l'esercizio svolgi della attività fisica.

L'attività fisica aiuta ad aumentare la produzione del colesterolo buon,(HLD) nel sangue perchè stimola  lo spostamento e la rimozione dei depositi adiposi nel fegato, contribuendo a mantenere cuore e vasi sanguigni in buone condizioni.
Quanto tempo alla settimana?
L'ideale 150 minuti, mezzora al giorno per 5 giorni.

Terzo se fumi smetti di fumare.

Il fumo è risaputo oramai da anni che aumenta il rischio di malattie cardiovascolari.

Le sigarette contengono sostanze chimiche annullano il colesterolo buono e impediscono di trasportare i tessuti adiposi fino al fegato per essere rimossi. Questo può comportare un aumento del colesterolo, un restringendo  delle arterie con un maggior rischio di ictus, infarto cardiaco.

Per le persone che hanno poco tempo a disposizione o fanno poca attività fisica possono aiutarsi con degli integratori studiati a doc per controllare il colesterolo come un integratore il Beta heart.

  COME PUÒ AIUTARTI?

Indipendentemente dall'età, lo stile di vita può incidere in maniera determinante sui livelli di colesterolo. Puoi prenderti cura del tuo benessere in 3 semplici passi.


  1. Mangia sano.
  2. Attività fisica.
  3. Integra la tua dieta.


**L'organizzazione mondiale della sanità stima che più del 60% del problemi cardiaci nei paesi occidentali e industrializzati è dovuto ad un tasso elevato di colesterolo superiore alla media ottimale  200 Mg.

Spero che questi tre semplici passi ti siano di aiuto  se fai parte del numeroso stuolo di persone tendono ad avere il colesterolo alto.

Un caro saluto da Enrico.

Le informazioni contenute in questo blog sono di carattere generale e non intendono sostituire la consulenza fornita dal proprio medico o altro professionista sanitario. Nessuna affermazione è da intendersi come promotrice di un qualsiasi prodotto in particolare e tanto meno vuole essere una raccomandazione  su come trattare qualsiasi particolare malattia o condizione relativa alla salute. 
Contattare il medico o il professionista sanitario per eventuali problemi di salute.


Per info vielenrico1@gmail .com.

9 gennaio 2017

Frutta, verdura.

Benvenuto nel mio blog.

Frutta, verdura colorata; come consumarne 5-7 porzioni al giorno.

Frutta, verdura colorata
Frutta e verdura 5-7 porzioni.

Buon giorno, oggi parleremo di frutta e verdura per le persone che vogliono migliorare il loro stile di vita, molti lo sanno altri non sono sicuri del quantitativo di vegetale che deve essere assunto per stare in forma e  di quant'è grande una porzione di frutta o di verdura.
Sempre di più in questi ultimi periodi i media, nutrizionisti,  OMS o organizzazione mondiale della sanità  mette in risalto, l'uso della frutta e verdura.
Parlare di frutta e verdura, e di queste benedette porzioni è fonte di discussioni, ma del peso o grammatura pochi lo percepiscono non sanno quanto sia la quantità giusta non solo ma come possono essere composte.



Mangiare ogni giorno 5 porzioni di frutta e verdura è alla base della piramide alimentare ed è uno dei consigli offerto maggiormente dai nutrizionisti per mantenere un buon stato di salute fisica. 
Con questo messaggio  alcuni o parte delle persone coinvolte  si sente libera di “abusare” sulla quantità e di mangiarla a qualsiasi ora della giornata.

In realtà, la chiave di questo metodo salutare sono le porzioni. 

La regola è semplice: consumare 5 volte al giorno  porzioni  di frutta colorata (100/150 g al pezzo) e verdura (200 g) ogni 3 ore circa, così da rendere stabile il valore di zucchero nel sangue (glicemia) durante la giornata e migliorare la sazietà. 
I frutti possono essere inseriti 3 volte al giorno sempre  all'inizio  di un pasto principale, come colazione, o lontano  come spuntino “spezza fame”; mentre le verdure non dovrebbero mai scendere sotto delle 2 volte al giorno, " certo 100g o 150g di insalata, o 250/300 g di  verdure come broccoli cavolfiori carote ,zucchine, è più di un contorno o piatto di pietanza,quando si parla di porzioni queste sono le indicazione dell'OMS. 
Parti con 5 porzioni questo è il minimo, e poi arriva con il tempo  anche a 7/8.

Per una buona digestione e un buon funzionamento dell'intestino, la regola ideale è iniziare il pasto con gli alimenti liquidi, acqua verdura , frutta e solidi.
L'acqua naturale 1/2 lt  mezzora prima dei pasti, verdura , frutta e  poi i solidi, se ti abituerai ad invertire i fattori ti sarà più facile raggiungere l'obiettivo delle porzioni.

PS.  Mai dopo un pasto per un principio di enzimi digestivi, per lo stomaco è molto più semplice trasformare digerire un frutto quindi trasformare del fruttosio o zucchero della frutta in glucosio unico zucchero compatibile per il corpo umano, che un carboidrato o una proteina altri procedimenti digestivi altri tempi.  

Se non riesci a raggiungere il tuo obiettivo ecco alcuni suggerimenti pratici.
.
Quali sono alcuni consigli per raggiungere il 'numero magico' di frutta e verdura ogni giorno?

  1. Aggiungi la frutta ai frullati per una bevanda gustosa e nutriente.
  2. A colazione, aggiungi frutta affettata ai cereali o fette di pomodoro o di avocado sul pane tostato.
  3. Frutta e verdura sono spuntini sani - consuma un frutto, una carota o del sedano come spuntino.
  4. Tieni  la fruttiera sempre piena di frutta in modo che ti sia più facile averne a disposizione.
  5. La cena è un buon modo per aumentare l'assunzione di verdure. E' facile aggiungerla  come contorno a carne o pesce.
  6. La varietà in cucina è necessaria per alleviare la noia. Prova qualcosa di nuovo ogni giorno:  arrosto, bollito, al vapore o ai ferri.
  7. Anche se fresco è meglio, frutta e verdura congelata o in scatola sono sempre da tenere in considerazione. Se si sceglie la frutta in scatola, preferire quella senza sciroppo di zucchero e  a basso contenuto di sale e zucchero .
  8. Un bicchiere di succo di frutta al 100% non zuccherato conta come una normale porzione.
  9. Se ne hai la possibilità, coltiva in proprio frutta e verdura!  Sembra avere un sapore migliore quando ci hai messo del duro lavoro!  
  10. Compra ciò che è di stagione - ha un sapore migliore ed è generalmente più economico.    

Image
Frutta, verdura.
Quindi fai scorta di frutta e verdura sane, gustose e nutrienti presso i mercati locali, i negozi di frutta e verdura o al supermercato.
Sempre più persone si stanno avvicinando o aprendo a qualcosa di alternativo per compensare le carenze alimentari, e osservando le scaffalature dei negozi di articoli casalinghi incontriamo molti e diversi elettrodomestici atti per la trasformazione di frutta e verdura atti a ricavare ottimi frullati, e non a caso chi si cimenta  con questi ottiene ottimi risultati.
Con questo semplice post spero di averti dato delle idee, per gestire al meglio il buon utilizzo di frutta e verdura.


Ciao un saluto da Enrico e alla prossima.
Email: vielenrico1@gmail.com 

Le informazioni contenute in questa e-mail sono di carattere generale e non intendono sostituire la consulenza fornita dal proprio medico o altro professionista sanitario. Nessuna affermazione è da intendersi come promotrice di un qualsiasi prodotto in particolare e tantomeno vuole essere una raccomandazione  su come trattare qualsiasi particolare malattia o condizione relativa alla salute. Contattare il medico o il professionista sanitario per eventuali problemi di salute.
.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------


29 dicembre 2016

Perdere peso.

Ciao e benvenuto nel mio blog.
Perdere peso.

Siamo a fine anno e per la maggioranza delle persone questo periodo è deleterio, saltano gli schemi, ed il cervello nel suo subconscio ragiona semplicemente così; mangio tranquillamente , anzi esagero un pò, tanto a Gennaio mi metto in riga, mi metto a dieta,  quindi per questi giorni non mi vieterò nulla.

Se sei tra quelli che la pensano così? 
Sei in ottima compagnia non sei il solo a pensarla così, ma questo ragionamento  è deleterio, perchè nessun tipo di dieta funziona con questo ragionamento, perchè come scritto in un post precedente il nostro cervello funziona per abbondanza e per restrizione, i codici genetici accumulati nei migliaia di anni nel nostro DNA attraverso carestie e abbondanze fanno fare questi ragionamenti.
Certo che "puoi mangiare quello che vuoi  ma non quanto vuoi"  come un maialino che si abbuffa, il maialino è per l'ingrasso ed essere mangiato, noi non viviamo per il mangiare, ma mangiamo per vivere,siamo stati creati per vivere al meglio è la cosa cambia  di parecchio.

Comunque se a inizio anno hai sensi di colpa e sei tra quelli che vogliono ritornare in linea e smaltire quel peso in eccesso:

Queste sono  alcune cattive abitudini   che  ti possono rovinare la linea fisica.

Ecco alcune comuni abitudini da evitare.


  • Pensare di perdere peso senza attività fisica.


  • Per rimanerei n buona salute, per perdere peso e non riacquistarlo più, è necessario fare attività fisica  regolarmente.
L'esercizio fisico aiuta a raggiungere una forma del corpo migliore tonificando i muscoli, che aiutano il metabolismo ed aumentano il livello di energia e resistenza fisica.



  • Bere troppe calorie.
  • Evitate le bevande frizzanti "zuccherate" evitate qualsiasi succo di frutta , che sono ricchi di zuccheri aggiunti sotto svariate forme (Fruttosio, saccarosio destrosio, lattosio), meglio fare una centrifuga o mangiare frutta ricca di fibre.
  • Pensare che tutti i grassi facciano male.
  • Ci sono tantissimi grassi buoni, e gli  insaturi come omega 3 e omega 6 che si trovano nel pesce azzurro, nei semi oleosi, tutti questi sono grassi buoni per il benessere fisico,basta rimanere accorti sull'uso dei grassi saturi e i trans-saturi.
  • Pensare di dover cambiare alimentazione solo temporaneamente.
  • Questo è uno degli errori più comuni delle persone che si mettono a dieta.Pensare solo che si è raggiunto l'obiettivo arrivando al peso forma, non significa ritornare alle vecchie abitudini è deleterio.Rafforza la tua mente premiati e festeggia per il risultato raggiunto, poi rendi stabile e permanente il tuo nuovo stile di vita.
  • Non sapere esattamente quando smettere di mangiare.
  • Questo è più facile a dirsi che a farsi.

  • Tutti i nutrizionisti dicono di fare  5 piccoli pasti al giorno  equilibrati giorno, sarebbero l'ideale, ma a volte per svariati motivi questo non è possibile per esempio è così facile essere immersi nel proprio lavoro tanto che poi si mangia in piedi senza pensarci e intanto si ingeriscono calorie aggiuntive e ci si dimentica di fermarsi quando no si ha più fame.

  • Perdere la motivazione.
  • La motivazione è il fulcro, il perno centrale per tenere la  mente sull'obbiettivo, concentrati sul piano alimentare ed esercizio fisico.Questo ti può accadere nei momenti di pausa  o di effetto "plateaù" o effetto piattaforma, dove il tuo peso si inchioda e questo può accadere  perchè il corpo a bisogno di ricostruire.Qui chi ti circonda ti sarà di grande aiuto per sostenerti a raggiungere il tuo risultato.Lascia anche qualche foto e qualche foglio qua e la per la casa per ricordartelo.

Ricordati che è più facile ritornare sui vecchi passi ed infrangere le nuove regole, piuttosto che mantenerle.

Perdere peso.
Questo passaggio e molto importante per le persone che vogliono cambiare stile di vita, qui si vede chi ha successo e chi no.

La motivazione, la concentrazione, la perseveranza nel rimanere con la mente sugli obiettivi alla fine ripagherà del duro lavoro che hai fatto su te stesso per ottenere il risultato finale.

Niente vine per caso.

Ricordandoti che una colazione equilibrata è il più importante pasto per raggiungere il tuo obiettivo.


 Un caro saluto da Enrico.

Le informazioni contenute in questo blog sono di carattere generale e non intendono sostituire la consulenza fornita dal proprio medico o altro professionista sanitario. Nessuna affermazione è da intendersi come promotrice di un qualsiasi prodotto in particolare e tanto meno vuole essere una raccomandazione  su come trattare qualsiasi particolare malattia o condizione relativa alla salute. 
Contattare il medico o il professionista sanitario per eventuali problemi di salute.
Per info vielenrico1@gmail .com.






Nutrizione e polifenoli.

Benvenuto, nel mio blog. Polifenoli e  nutrizione. In questo periodo di tempo, anzi direi da qualche anno, l'alimentazione è d...