20 dicembre 2016

Agrumi e agrumi.

Benvenuto nel mio blog.


Agrumi semplicemente  agrumi. 


Quale è  la stagione ideale per far uso degli agrumi se non l'inverno  e l'inizio primavera?
Agrumi 
Questo particolare  è interessante  per vari aspetti, il primo fattore è che questo agrume ha bisogno di tanto sole e di un periodo lungo per maturare fino al completamento che avviene nei mesi inverali dicembre,gennaio febbraio, questo è il top per chi vuol assaporare il gusto pieno di arance e mandarini.
L'altro aspetto è che qualsiasi agrume è ricco di vitamina C  ma molti non di voi sa  che la  vitamina C è termolabile, si volatizza, si disperde.
Altro fattore importante  la maggior concentrazione di tale vitamina viene raggiunta negli ultimi 10 giorni di maturazione del frutto.

Agrumi e la sua famiglia.

Appartengono alla famiglia degli agrumi, le arance, i limoni, i mandarini, i cedri, pompelmi e mandaranci, poi meno conosciuti come il chinotto,  le limette, il bergamotto questo ultimo utilizzato per l'essenza e per il citrato di calcio.
Gli agrumi un tempo era un frutto per pochi e solo dal secondo dopo guerra sono stati valorizzati sempre più, e il loro consumo è aumentato moltissimo,per uso personale e per l'uso industriale con i suoi derivati, dalle spremute ai succhi e dalle bibite per "dissetare".

Si sa che gli agrumi sono un alimento prezioso per l'organismo, sono di fatto ricchi di vitamine, di zucchero e di acido citrico e pertanto in una alimentazione dove c'è abbondanza di consumo di agrumi apporterà all'organismo quegli elementi disintossicanti, così importanti e necessari al corpo umano  specialmente nei mesi invernali quando l'alimentazione è spesso troppo ricca di grassi.

Alcuni agrumi sono  molto conosciuti come le arance dal colore giallo scuro e arancione con buccia più o meno ruvida, alcune specie sono rosse e poi sono dati i nomi in base alla loro provenienza di coltivazione.

Il mandarancio lo dice la parola stessa è un incrocio tra il mandarino e l'arancia profumo intenso del mandarino e frutto acidulo dell'arancio, mandarino piccolo e rotondo, molto profumato, il limone tutti ne conoscono i suoi benefici colore giallognolo.
Il pompelmo un tempo solo giallo ora anche rosa, il suo aspetto è simile ad un grosso arancio,buccia liscia e sottile, all'interno spicchi sugosi dal gusto agro amarognolo, note sono le sue spremute per la prima colazione, ottima anche come bevanda.

Alcuni agrumi sono meno noti ma molto usati nel campo alimentare , per esempio il Lime  o limetta agrume simile mal limone viene coltivata in Sicilia e Calabria , poco sugosa,viene consumata sia cruda che in conserve sciroppi e candita.
Cedro agrume simile al limone, di taglia un pò più grossa, viene usato per spremute, e la buccia usata come canditi e per la pasticceria.
Chinotto viene conosciuto per il suo gusto amarognolo sotto forma di bevanda, il suo aspetto e di colore verde scuro e la sua coltivazione maggiore è la Liguria.

Il Bergamotto, altro agrume poco conosciuto è un pò più piccolo dell'arancio a forma sferica o leggermente a pera,la sua buccia liscia e sottile di un colore giallo, la sua polpa è verde giallastra sapore acidulo.
 Molto usata la sua buccia per ricavare delle essenze in profumeria.
Agrumi 

Per gli acquisti le donne o le massaie sono le più esperte e sanno bene che l'arancio piccolo e sodo è ricco di succo, ottimo per fare delle spremute, mentre altri con volumetria maggiore, sono meno sugosi, ma ottimi da mangiare a spicchi.

C'è un detto popolare  sugli agrumi che dice "le arance al mattino sono oro,a mezzogiorno argento, alla sera piombo".

Il detto conferma le buone abitudini, questo viene confermato da molti nutrizionisti, la frutta acida a digiuno per quelli che non hanno particolari intolleranze e disturbi digestivi, o un buon bicchiere di spremuta di arancio a colazione può esser sufficiente per dare energia al corpo nella prima parte della mattinata.
 A mezzogiorno subito dopo il pranzo invece la  frutta acida va evitata perchè  rende inattivi gli enzimi che permettono la digestione  delle proteine.
La frutta in generale comunque meglio mangiarla lontano dai pasti per una questione di enzimi che vanno a contrapporsi.
ALLA sera il metabolismo rallenta per preparare il corpo durante la notte alla rigenerazione cellulare, e un arancio alla sera diventerebbe un mattone bloccando o rallentando la digestione.


Perchè  generalmente  si mangiano gli agrumi?

Per  diversi motivi: per il loro gusto inconfondibile, ma sopratutto per la vitamina C.
Un aspetto importante che è stato sottolineato all'inizio del post è la termolabilità di questa vitamina, o la volatilità quindi quando si acquistano vanno mangiati in poco tempo.
Un altro aspetto da sottolineare è il colore degli agrumi, se è verdastro significa acerbo e poca vitamina C,  anche quando l'agrume è molliccio vuol dire che questo è in giro da parecchio tempo, lascialo dov'è.

Il vantaggio degli agrumi sta nella vitamina C e solo gli agrumi ben maturi la contengono quelli ben maturi gli esseri umani assieme alle scimmie sono gli unici che non la producono e devono assumerla dall'esterno.
L'importanza della vitamina C e quindi fondamentale per lo svolgimento di molte funzioni vitali per il benessere del corpo umano, di questo ho scritto qualche tempo fa un post molto interessante:

Leggi questo interessante articolo cliccando sul link qui sotto.
La grande bugia sulla vitamina C

Ciao un saluto da Enrico e al prossimo post...


P.S  Con questo post non si intende far utilizzare le nozioni contenute in questo articolo per scopi diagnostici o prescrittivi.
questo post è scritto per far conoscere un "nuovo"concetto semplice ed innovativo di benessere.
Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente.

Per info vielenrico1@gmail .com.


    Nessun commento:

    Posta un commento